[ Notizie ]
La Bundesliga si arrende: i tifosi possono insultare, fa parte dello spettacolo
10 Marzo 2020 - letto 433 volte

Il calcio tedesco che si era fermato per insulti s’è riunito e ha deliberato che un po’ di insulti sono sostenibili, e che, anzi, il calore del pubblico rende il campionato tedesco più appetibile al mercato delle tv.

L’antefatto è diventato virale una decina di giorni fa: Bayern Monaco e Hoffenheim passano il quarto d’ora finale della partita a passarsi la palla tra avversari, come forma di protesta dopo che i tifosi del Bayern avevano mostrato uno striscione con un insulto a Dietmar Hopp, proprietario dell’Hoffenheim. La partita – sul 6 a 0 per il Bayern – era stata sospesa diverse volte, mentre i giocatori, l’allenatore e i dirigenti del Bayern chiedevano ai tifosi di ritirarlo. Hopp è un miliardario del settore informatico, con i suoi investimenti ha portato l’Hoffenheim dalla quinta alla prima divisione, e per via del suo prolungato sostegno finanziario alla squadra alla fine se l’è comprata, diventando una delle uniche tre eccezioni alla regola della Bundesliga che prevede che siano i tifosi a possedere più della metà delle quote dei club.

Nel frattempo è successo che le offese a Hopp sui campi tedeschi non si sono fermate, anzi. Ma è successo anche che l’atteggiamento degli arbitri è cambiato. Non hanno sospeso nemmeno una partita. La tregua è il risultato di un incontro informale tenutosi tra club, tifosi e federazione nel tentativo di salvare la crisi.

Ne scrive El Pais, secondo il quale la DFB (la federazione tedesca) è a un bivio: con oltre sette milioni di membri, è la più grande federazione sportiva del pianeta. Ma da anni ormai manca un governo stabile e la sua rigida posizione in difesa di Hopp non ne ha rafforzato la popolarità. Nel tentativo di chiudere la frattura, la DFB ha convocato la riunione di giovedì scorso. Il Bayern, “alleato” di Hopp, ha difeso la necessità di raddoppiare le sanzioni contro i tifosi ribelli. La maggioranza, tuttavia, ha proposto un percorso conciliante. I club sanno molto bene che il clima appassionato negli stadi fa parte dello scenario essenziale per vendere i diritti televisivi a buon prezzo. Insomma: nell’impossibilità o quasi di fermare gli insulti, club e federazione hanno concordato sul fatto che, poiché il calcio non può essere fermato a causa del semplice esercizio della libertà di espressione, avrebbero dovuto accettare gli insulti. Gli arbitri non intervengono a meno che non ci siano minacce di violenza o di morte. Insomma “Hopp figlio di puttana” è accettabile, fa parte del gioco.

El Pais ricorda che tifosi, club e federazione hanno ricostruito insieme il calcio tedesco del dopoguerra con una trama “socialdemocratica”. E la rivolta ormai generalizzata contro i grandi capitalisti è difficilmente arginabile. L’ormai famoso “Hopp figlio di puttana” —Hopp hurensohn — e la reazione di squadre e federazione non hanno fatto altro che alimentare la contestazione, dilagata anche in altri stadi. I tifosi dello Schalke, nell’ultimo match, hanno esposto uno striscione che diceva: “Ci scusiamo con tutte le puttane per averle collegate al signor Hopp”.

La Bundesliga ha silenziosamente firmato la resa: gli insulti fanno parte del folklore, e il folklore in tv si vende bene.

Notizie correlate Bayern Monaco
Altre notizie
28 Settembre 2020 - A pochi giorni dalla prima di campionato, che segnerà il ritorno tra i professionisti dopo 20 anni passati in categorie inferiori,...
28 Settembre 2020 - I tifosi della Curva Ovest hanno scelto: non torneranno allo stadio sino a quando le misure previste di distanziamento sociale negli...
28 Settembre 2020 - O TUTTI O NESSUNO: LA NOSTRA PASSIONE NON HA LIMITI In seguito alla decisioni ministeriali riguardo le normative AntiCovid-19, che...
28 Settembre 2020 - Con l'inizio della nuova stagione vogliamo esprimere il nostro punto di vista sulla questione legata alla riapertura degli stadi. Non...
28 Settembre 2020 - Riportiamo in seguito il comunicato della Curva Ferrovia: In merito alla riapertura degli stadi, della riduzione dei posti e alle varie...
28 Settembre 2020 - Come molti gruppi di tifosi organizzati d’Italia  anche gli Ultras della Curva Nord Lauro Perini hanno comunicato la...
28 Settembre 2020 - O tutti o nessuno Visto le attuali norme vigenti tipo capienza ridotta distanziamento obbligo di stare seduti e di indossare la mascherina...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
ultras roma Curva Sud
Roma ultras curva sud
ULTRA' LECCE
Coreografia Curva Nord del lecce in occasione della partita salvezza Lecce-Reggina anno 2004
CUCS  commando ultrà finale uefa 91 mamma che coro
immagini tratte da un documentario di raitre sulla finale uefa del 91 girato in sud nel gruppo fedayn.. a breve tutto il documentario girato sia tra i romani...
ACAB Ultras Lazio 2
Gioventù Romana

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa