[ Notizie ]
Pisa, inaugurato il Parco di Mau con la collaborazione della Curva Nord
07 Gennaio 2019 - letto 872 volte

Al taglio del nastro erano presenti varie personalità, assessori e il sindaco, nonché tutti i gruppi di tifosi organizzati pisani. Prima del taglio del nastro hanno parlato in tanti e da ultimo il sindaco Michele Conti. In seguito è stato offerto un buffet gratuito alle migliaia di persone presenti e poi giochi e Befane per tutti i bambini.

Il Parco di Mau è dedicato a Maurizio Alberti, il nome che ha la Curva Nord per ricordare il tifoso morto il 24 gennaio 1999 durante la partita Spezia-Pisa, due tifoserie da sempre acerrime nemiche. Allo stadio Alberto Picco c’erano circa 3mila ultras pisani, moltissimi per la capienza della struttura, tanto che sono stati sistemati nel settore storicamente degli ultras spezzini.

I pisani sono arrivati alla stazione e con un corteo a piedi hanno raggiunto lo stadio, ben presidiato dalle autorità perché in gare passate vi erano stati parecchi incidenti. Poco prima dell’inizio della partita, però, i tifosi spezzini hanno assalito la propria curva dove si trovavano assiepati gli ultras nerazzurri perché volevano riappropriarsene. Le ostilità sono cessate, ma poi al fischio d’inizio sono riiniziati i tafferugli e nella curva riservata ai pisani c’è anche Maurizio Alberti a suonare il tamburo.

Ad un certo punto il giovane è scivolato privo di conoscenza e sono trascorsi moltissimi minuti prima dell’arrivo dei soccorsi, minuti fatali, perché Mau soffre di cuore ed ha anche un bypass. Il caos è totale, l’ambulanza è fuori dallo stadio e giunge troppo tardi: Maurizio Alberti è in fin di vita. Inizialmente sono tutti convinti che il decesso sia causato dall’abuso di alcol e droga ed è questo che ha fatto nascere il sospetto di tanta superficialità e diagnosi precoce sul decesso.

Mau viene trasferito all’ospedale prima di La Spezia e poi al Santa Chiara di Pisa e muore dopo 15 giorni. Da quel momento la Curva Nord e tutti tifosi pisani non lo hanno mai dimenticato, rievocandolo con iniziative benefiche e raccolte di fondi a scopo umanitario. Durante alcune partite casalinghe del Pisa sono stati raccolti migliaia di euro per contribuire alla costruzione del Parco di Mau, una struttura priva di barriere architettoniche dove chiunque può andare a divertirsi, anche se ha qualche handicap.

Notizie correlate Pisa
Altre notizie
05 Agosto 2020 - Con un lungo comunicato Orgoglio Grigio ha reso noto che l’associazione ha deciso il suo scioglimento. Questo il testo diffuso....
04 Agosto 2020 - Due giorni fa, nella cornice del Maschio Angioino di Napoli, si è tenuto un incontro fra una delegazione di ultras provenienti da...
04 Agosto 2020 - La Sampdoria ha comunicato le modalità di richiesta del rimborso per il rateo degli abbonamenti non goduti. Gli Ultras Tito...
04 Agosto 2020 - Gli Ultras 2898, principale gruppo della tifoseria bianconera, commenta l’annata del Picchio, culminata con la salvezza di...
03 Agosto 2020 - ROTA CI SEI O CI FAI? Abbiamo appreso anche con un certo sollievo la fine dell’era Grassi, un presidente con il quale non si...
03 Agosto 2020 - "Per l'Entella non ci sono confini", raccontano i protagonisti. Sono i sei tifosi che due sere fa hanno affittato tre gru e...
03 Agosto 2020 - È caos totale in casa Perugia. Mentre la società valuta l'ennesimo ribaltone in panchina, nel tentativo di rialzare la...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
13 anni....
Coro stadio
Festa al Franchi per la Champions...Firenze dà spettacolo
festa al franchi per la conquista del quarto posto...esagerato!!!
Curva Nord Parma
Parma/Osasuna
Chievo - Fiorentina 1-2 18.01.15 Tifosi CHIEVO in curva
Cori e canti dei tifosi del Chievo in curva

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa