[ Notizie ]
Brindisi: gli ultras annunciano lo sciopero del tifo
23 Settembre 2019 - letto 715 volte

Dopo le notifiche di una serie di Daspo e le restrizioni sulle trasferte, gli ultras del Brindisi annunciano lo sciopero del tifo. A partire da domenica prossima (ieri), in occasione della partita contro l’Audace Cerignola valevole per la quarta giornata del campionato di Serie D, in Curva Sud non verrà esposto alcuno striscione.

Proprio in questi giorni il questore di Brindisi ha emesso il divieto di assistere ad eventi sportivi a carico di noti esponenti della tifoseria biancazzurra, al culmine di una procedura avviata nei mesi scorsi. Gli ultras “daspati” sarebbero sette, in parte per delle intemperanze verificatesi lo scorso 2 giugno, poco prima del calcio di inizio della gara di andata della finale playoff per la promozione in Serie D contro l’Agropoli, quando vennero forzati i cancelli di ingresso della Curva Sud del Fanuzzi.

Altre procedure di Daspo potrebbero essere avviate nei prossimi giorni nei confronti di alcuni fra i tifosi del Brindisi e del Foggia che lo scorso 21 agosto presero parte a violenti tafferugli avvenuti nei pressi del parcheggio del comunale di via Benedetto Brin, poco dopo la fine del derby valevole per il turno preliminare di Coppa Italia dilettanti. La Digos di Brindisi, a tal proposito, dopo aver analizzato numerosi fotogrammi, è prossima all’identificazione dei facinorosi. Oltre al Daspo, i responsabili degli scontri dovranno rispondere anche in sede penale delle loro azioni.

Proprio a seguito di quei fatti l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive dispose il divieto di trasferta allo stadio Jacovone di Taranto, dove i biancazzurri lo scorso 1 settembre hanno debuttato nel campionato di Serie D, e successivamente la limitazione a soli 60 tifosi della trasferta in casa del Casarano, disertata dagli ultras del Brindisi in segno di protesta.

In questo contesto, dunque, i gruppi TK88 e 1920 della Curva Sud “M. Stasi”, attraverso una nota diramata stamattina, “comunicano che a partire dalla prossima gara interna tra Brindisi e Cerignola del 22 Settembre 2019 non presenzieranno ed esporranno più i propri striscioni, sospendendo temporaneamente tutte le attivita’ del tifo organizzato nelle gare casalinghe”.

“Prendiamo questa amara decisione perché non vogliamo pagare – si legge nella nota - per colpe non nostre. L’ultras è consapevole delle proprie azioni, ma non si può essere il capro espiatorio dell’incompetenza altrui”. Nella nota si parla di diffide “rivolte agli esponenti fondamentali dei gruppi portanti, dovuta esclusivamente alla male gestione e alla disorganizzazione tra società e forze dell’ordine”. Con questa protesta gli ultras intendono “smuovere la coscenza di tutti e a far capire che non esiste calcio senza ultras”.

Notizie correlate Brindisi
Altre notizie
04 Giugno 2020 - Cinquecento mascherine biancorosse con lo stemma della Vis Pesaro saranno in vendita da oggi al Caffè Zongo, a pochi passi dallo...
03 Giugno 2020 - In seguito all’uscita sul Gazzettino di oggi della notizia secondo cui a causa della partenza dei lavori della bretella ferroviaria di...
27 Maggio 2020 - La sospensione dei campionati nel marzo scorso e le conseguenti limitazioni dovute alle problematiche del Covid 19 ci hanno portato a fare...
27 Maggio 2020 - In vista della ripresa del campionato (prevista per inizio giugno) i tifosi della Lokomotiv Plovdiv hanno chiesto alla Federcalcio bulgara...
27 Maggio 2020 - “Pulvirenti libera il Catania, la storia non ti appartiene”: striscione solidale esposto dai tifosi del Genoa ‘Via Armenia...
26 Maggio 2020 - Durissimo comunicato congiunto da parte di tutti i gruppi ultras dell'Olympique Marsiglia, che ancora una volta invitano il...
21 Maggio 2020 - Il calcio a Trani rinasce, con esso anche la passione dei suoi tifosi. Sorge un nuovo gruppo ultras, come riportato da un comunicato diffuso...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Cesena-Modena 2005/2006
Cori contro i cesenati da parte dei tifosi Modenese
I campioni dell'Italia siamo noi
Coro degli Ultras Juve a Trieste. Lo scudetto è su ignobili maglie, ma non c'è dubbio: i campioni dell'Italia siamo noi (Juventus)

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa