[ Notizie ]
Siena: con due bombe artigianali a vedere la Viterbese
28 Marzo 2018 - letto 1216 volte

Il biglietto in tasca e due bombe nello zaino. Con quei due grossi petardi artigianali un tifoso 48enne senese stava per entrare allo stadio Franchi per assistere al match di serie C Robur Siena – Viterbese, disputato il 10 marzo scorso. Ma i servizi di controllo, effettuati al prefiltraggio dalle forze dell’ordine e dagli steward, lo hanno costretto a consegnare il materiale che aveva con sé.

L’uomo è stato denunciato dalla polizia e sottoposto a Daspo. In occasione della partita di campionato di serie C Robur Siena – Viterbese, disputata al Franchi lo scorso 10 marzo, poco prima dell’inizio dell’incontro il 48enne si è presentato a uno dei due varchi di accesso alla curva Guasparri munito di regolare biglietto ma con “due bombe”, come lui stesso le ha definite, che ha poi dovuto consegnare ai poliziotti. L’uomo è stato immediatamente identificato e bloccato e i due grossi petardi, meglio conosciuti come “castagnole”, privi di etichetta e costruiti artigianalmente, sono stati sequestrati.

“Dai successivi accertamenti della Digos e della divisione anticrimine – fa sapere la questura di Siena – è emerso che il tifoso senese non era nuovo a condotte del genere, tenute anche in occasione di altre manifestazioni sportive e per le quali era già stato sottoposto a Daspo”.

Tenuto anche conto della pericolosità dei due grossi petardi contenenti polvere pirica, che se fatti esplodere avrebbero messo a rischio, con conseguenze anche fisiche, gli spettatori, il 48enne è stato sottoposto dal questore di Siena Maurizio Piccolotti a un divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono tutte le manifestazioni sportive per tre anni. Il Daspo è stato applicato non solo per le gare di calcio ma anche per le altre manifestazioni sportive, compreso il basket, con divieto di accedere anche ai luoghi interessati al transito e alla sosta dei tifosi, in fase di afflusso e deflusso, a partire da due ore prima dell’inizio e fino a due ore dopo il termine dell’evento sportivo.

All’uomo, in aggiunta al divieto, è stato prescritto di presentarsi in questura per la firma al termine del primo tempo di ogni incontro di calcio della Robur Siena, sia in casa che fuori, con il vincolo che potrà uscire dalla provincia di residenza solo dopo l’autorizzazione del questore rilasciata dietro istanza formale.

Notizie correlate Daspo
Altre notizie
26 Giugno 2019 - COMUNICATO UFFICIALE CURVA NORD AVEZZANO Doveva essere un anno più tranquillo sotto la guida del presidente D'Alessandro,...
26 Giugno 2019 - COMUNICATO CURVA NORD VITERBO Abbiamo ascoltato, guardato... ORA PARLIAMO NOI! Siamo Ultras, non ci interessa della categoria o del...
25 Giugno 2019 - Per la partita Romania-Francia è attesa una sorta di 'invasione gialla' dei tifosi rumeni a Cesena, che dovrebbero arrivare...
25 Giugno 2019 - Nonostante gli inviti ogni anno rivolti a livello nazionale affinché gli incontri sportivi si svolgano nel doveroso clima di sano...
19 Giugno 2019 - COMUNICATO​ SCONVOLTS TOLENTINO 1988 Tra un pò di giorni inizieranno i lavori di "messa in sicurezza" dello stadio...
18 Giugno 2019 - “Ama la tua città e difendine i colori!” dicono i tifosi della Curva Sud, chiamando idealmente a raccolta tutti i veri...
18 Giugno 2019 - COMUNICATO congiunto di CapoBoeo e NucleoRibelle (17 giugno 2019) La nostra passione non va mai in vacanza. Mancano meno di tre mesi...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
13 anni....
Coro stadio
Lazio irriducibili Hooligans in Atalanta
Lazio irriducibili Hooligans against Atalanta (Lazio)
ITALIA - PORTOGALLO
Rugby Italia Portogallo, inno d'Italia.

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa