[ Notizie ]
Basket, tafferugli tra tifosi: identificati 12 trevigiani
01 Marzo 2017 - letto 1788 volte

«L’amico del mio nemico è mio nemico»: gli ultras del Roseto Basket sono gemellati con quelli della Fortitudo, nemica storica di Treviso, e questa - per il tifo organizzato della De’ Longhi - è una colpa imperdonabile. Dopo i cori di scherno da curva a curva al Palaverde, quindi, le tifoserie rivali sono passate ai fatti. Con un tafferuglio nei pressi del bar Miscatena di Villorba che ha portato all’identificazione, da parte della Questura, di 12 supporter biancazzurri e di una ventina di tifosi ospiti.

Tutto è partito con una bottiglia lanciata da un gruppo di ultras trevigiani contro il pullman degli ospiti, diretti verso Roseto degli Abruzzi dopo la partita persa al Palaverde. A quel punto l’autista del mezzo ha interrotto la corsa, permettendo agli occupanti di scendere per cercare il contatto fisico con i rivali. Per fortuna il pullman era seguito da due volanti della polizia e una pattuglia della Digos trevigiana, che sono riuscite a impedire il contatto frapponendosi tra i due gruppi di tifosi.

Le forze dell’ordine, tuttavia, non ce l’hanno fatta a impedire un fitto lancio di oggetti (bottiglie e lattine di birra, soprattutto) fra le due parti, scambio che ha portato al danneggiamento di due auto parcheggiate nei pressi del bar (i proprietari sono già stati contattati dalla Questura e saranno risarciti). Durante i tafferugli sono stati esplosi anche alcuni grossi petardi (tre, secondo le testimonianze dei presenti), ma la situazione non è mai degenerata grazie alla presenza delle forze dell’ordine. «Per capire chi siano gli effettivi responsabili dei lanci e dei tafferugli saranno visionate le immagini delle telecamere di videosorveglianza», ha spiegato ieri il Commissario Capo Alessandro Tolloso, funzionario della Questura di Treviso, «sono stati comunque identificati una ventina di tifosi rosetani e 12 trevigiani sono stati accompagnati in Questura per l’identificazione».

Continueranno nei prossimi giorni gli accertamenti per capire se, nei confronti di determinati soggetti, ci sono gli estremi per un Daspo. Per fortuna nessuno, durante gli scontri di domenica sera, è rimasto ferito. Dagli ambienti delle forze dell’ordine traspare tuttavia una certa preoccupazione per il clima eccessivamente “caldo” di alcune partite di basket, anche al Palaverde, in un campionato che ha riacceso l’entusiasmo del tifo “sano” ma anche qualche vecchia rivalità mai sopita.

Notizie correlate Treviso
Altre notizie
20 Settembre 2019 - Domani la Juventus dovrebbe affrontare l'Hellas Verona senza il supporto degli ultras della Curva Sud. Prevista infatti una...
19 Settembre 2019 - Un migliaio di tifosi dell'Atalanta è rimasto per ore alla frontiera tra Slovenia e Croazia per controlli della polizia sui...
19 Settembre 2019 - Continua la protesta dei tifosi dell'Arezzo contro le squadre B. Gli ultrà toscani non entreranno allo stadio e hanno appeso al...
18 Settembre 2019 - L'assenza degli Ultras Ravenna 1994 in curva Mero, domenica contro la Vis Pesaro, ha fatto certamente notizia. Sui social, gli...
18 Settembre 2019 - Gli ultrà della Juventus, in seguito agli arresti che hanno azzerato i vertici della Curva Sud, hanno deciso di non seguire la...
17 Settembre 2019 - Sono scattate nella serata di ieri le indagini per risalire a tutte le responsabilità degli scontri scoppiati tra le tifoserie, prima...
16 Settembre 2019 - L'arresto di 12 capi ultras della Juventus è una delle notizie di giornata. In una serie di tweet è stata la stessa...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
coreografia centenario ATALANTA (curva nord)
1907 2007 atalanta folle amore nostro,,
Inter Roma tifosi ospiti
L'eplosione del settore ospiti al goal del 2 a 0 siglato da Aquilani
Ancona Ascoli
mini percorso tra i vecchi incontri tra Ancona e Ascoli
Ultras Pescara Old Story
Tributo agli ultras pescaresi
Esultanza per Sabri Sarioglu
Il capitano esulta dirigendo il coro dei propri tifosi

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa