[ Notizie ]
Aggredirono tifosi del Chievo: denunce a 13 ultras veronesi
26 Febbraio 2016 - letto 3245 volte

Sono in tutto 13 gli ultras dell’Hellas Verona finora segnalati all’Autorità Giudiziaria dalla Questura di Verona per l’aggressione perpetrata a tifosi del Chievo prima del derby disputatosi lo scorso 10 maggio al Bentegodi.

In quell'occasione era stato stabilito che, in occasione della stracittadina veronese, valevole per la 16a giornata di ritorno del campionato, i tifosi clivensi occupassero la Curva Nord dello stadio parcheggiando i propri veicoli nel parcheggio in piazzale Atleti Azzurri d’Italia. Già dalle prime ore del mattino, gli ultras del Chievo erano arrivati allo stadio per predisporre gli striscioni. Poco prima delle 9, mentre si trovavano nel parcheggio, erano stati vittima di un vero e proprio agguato da parte di ultras dell'Hellas, molti dei quali travisati con sciarpe e cappucci, che li avevano aggrediti con calci, pugni, cinghiate, lancio di bottiglie e di altri oggetti contundenti, dandosi poi alla fuga all’arrivo delle forze dell’ordine.

Le indagini delle Digos della Questura scaligera hanno appurato che si era trattato di un blitz probabilmente pianificato in precedenza. Nonostante l’assenza di riprese video-fotografiche, gli investigatori della Digos hanno comunque acquisito elementi utili ad individuare i sospettati. In particolare, su quattro di loro sono stati conseguiti indizi che ne dimostrano la colpevolezza e per costoro è stato avviato il procedimento ammnistrativo per inibirgli l’accesso agli stadi per i prossimi anni. Si tratta di giovanissimi (il più “anziano” ha 22 anni) noti per frequentare la “Curva Sud” in occasione delle partite che l’Hellas gioca al Bentegodi: all’epoca dei fatti due di loro erano ancora minorenni.

Per gli altri nove denunciati, ben conosciuti ultras del gruppo “Curva Sud”, tutti con precedenti di polizia per fatti di violenza commessi in passato a causa di eventi sportivi, invece occorrerà un supplemento di istruttoria perché gli ultras clivensi aggrediti hanno poi dichiarato di non riconoscere alcuno dei sospettati. Due degli ultras del Chievo vittime dell’aggressione, in occasione del successivo derby Chievo-Hellas disputato lo scorso 3 ottobre, furono sorpresi dalla Digos mentre con altri si recavano allo stadio a bordo di un'auto in cui erano custoditi bastoni.

Fonte: larena.it
Notizie correlate Hellas
Altre notizie
29 Ottobre 2020 - Cosa significa essere ultras? Essere ULTRAS significa essere a difesa della città, in ogni Suo aspetto e sfaccettatura. Essere...
27 Ottobre 2020 - “Avete distrutto la pescaresità...Fuori da questa città”. Recita così uno striscione della tifoseria...
27 Ottobre 2020 - Non è un periodo semplice per la Cavese. Dopo la sconfitta contro il Monopoli per 0-1, alcuni esponenti della tifoseria si sono...
22 Ottobre 2020 - Ancora una volta siamo costretti ad alzare la voce. Ancora una volta in questa Città è difficile investire o fare sport....
16 Ottobre 2020 - Curva Nord Ancona comunica che, viste e considerate le nuove normative di accesso allo stadio uscite nell'ultimo decreto, ha deciso di...
15 Ottobre 2020 - Un momento non facile per l'Arezzo, che in campionato non sembra aver ancora trovato la giusta quadra: un solo punto in quattro gare e...
13 Ottobre 2020 - Nonostante la vittoria con il Potenza, alcuni ultras rossoneri hanno manifestato davanti al comune l’attuale società....
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
San Lorenzo 2 Independiente 1 A tanta locura no hay explicación....
San Lorenzo 2 Independiente 1 A tanta locura no hay explicación si yo de pendejo que estoy junto a vos. La Gloriosa.Boedo-Argentina
Entrada Inter x Goiás - Força INTER!
Inter rumo ao Japão (Internacional Porto Alegre)
Twente-Zwolle (halve finale)
Twente: coreografia dei tifosi con Homer Simpson
Intervallo Ancona
intervallo con foto dei tifosi dell'Ancona dagli anni '80 ad oggi

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa