[ Notizie ]
Prosciolti 8 ultras dell'Ancona per gli incidenti di Rimini
09 Luglio 2019 - letto 1094 volte

Prosciolti per intervenuta prescrizione dei reati. Sospiro di sollievo per gli 8 ultras dell’Ancona finiti a processo dopo gli scontri con la polizia avvenuti il 9 ottobre 2011 a Rimini. La partita di serie D tra il Real Rimini e la vecchia Ancona 1905 dell’allora patron Andrea Marinelli (entrambe le società oggi non esistono più) finì 0-3, ma cominciò in ritardo per i tafferugli esplosi prima all’esterno e poi anche nella tribuna dello stadio “Neri”, sotto gli occhi di donne e bambini. Decine i sostenitori coinvolti: ne rimasero contusi 6, oltre a 2 poliziotti del Reparto Mobile di Bologna, e 8 furono identificati in seguito grazie alle telecamere, per poi essere denunciati a piede libero dalla Digos di Rimini e sottoposti a Daspo. 

Lo stadio, in quella che doveva essere una pacifica domenica di sport per una vittoria dell'Ancona sulla carta scontata, era blindato, benché la tifoseria di casa fosse praticamente inesistente: ma dal capoluogo dorico, dopo una serie di trasferte vietate per motivi di ordine pubblico, si erano mosse circa 400 persone. Secondo la versione della polizia, gli ultras, dopo aver lanciato 5 fumogeni dall’autobus che li trasferiva dalla stazione ferroviaria allo stadio, volevano “provocare” le forze dell’ordine, pretendendo di entrare con uno striscione non autorizzato (“Diffidati sempre presenti”). Fu quella la miccia che scatenò il caos. I poliziotti eseguirono delle cariche di alleggerimento, gli ultras risposero: volarono manganellate, cinghiate, seggiolini, aste di bandiera e un carrello di metallo fu spinto con violenza e colpì alla caviglia un agente scelto. Gli ultras, a favore dei quali si schierò l’allora sindaco Fiorello Gramillano invocando «chiarezza su fatti di ingiustificata violenza», hanno sempre sostenuto di aver subito un’aggressione deliberata e spropositata, considerato il contesto e il tenore della partita: questa la tesi degli avvocati che hanno chiesto l’assoluzione per gli 8 imputati.

L’assoluzione non è arrivata, in compenso l’iter giudiziario, durato 8 anni, si è dilatato al punto che il tribunale di Rimini, giovedì scorso, ha dichiarato prescritti i reati di lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, lancio di fumogeni e danneggiamento di 42 poltroncine dello stadio Neri.

Notizie correlate Ancona
Altre notizie
29 Ottobre 2020 - Cosa significa essere ultras? Essere ULTRAS significa essere a difesa della città, in ogni Suo aspetto e sfaccettatura. Essere...
27 Ottobre 2020 - “Avete distrutto la pescaresità...Fuori da questa città”. Recita così uno striscione della tifoseria...
27 Ottobre 2020 - Non è un periodo semplice per la Cavese. Dopo la sconfitta contro il Monopoli per 0-1, alcuni esponenti della tifoseria si sono...
22 Ottobre 2020 - Ancora una volta siamo costretti ad alzare la voce. Ancora una volta in questa Città è difficile investire o fare sport....
16 Ottobre 2020 - Curva Nord Ancona comunica che, viste e considerate le nuove normative di accesso allo stadio uscite nell'ultimo decreto, ha deciso di...
15 Ottobre 2020 - Un momento non facile per l'Arezzo, che in campionato non sembra aver ancora trovato la giusta quadra: un solo punto in quattro gare e...
13 Ottobre 2020 - Nonostante la vittoria con il Potenza, alcuni ultras rossoneri hanno manifestato davanti al comune l’attuale società....
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
milan vs inter 06/07 curva nord
coreo vs milan http://www.milanonerazzurra.it grande matrix!
Rimini-Modena 2006/2007
Tifosi Modena durante la partita Rimini-Modena
Top-5 Ultras of the Week (05.01 - 11.01) Ultras World
Visit our website: http://www.ultras-world.com AEK, Roma, Lazio, Magdeburg, Juventus, Inter, Panathinaikos
Brescia-Bologna 2006-07 Ultras
I Bolognesi presenti colorano il settore ospiti coi bandieroni in avvio di partita
genoa e napoli in A, la Nord
ingresso in campo delle due squadre. lo spettacolo della Gradinata Nord.

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa