[ Notizie ]
Piovono Daspo alla Questura di Messina: 18 persone raggiunte dai provvedimenti
08 Gennaio 2019 - letto 891 volte

Due gli episodi all’attenzione degli investigatori della DIGOS della Questura di Messina risalenti rispettivamente ad ottobre e novembre 2018.
Comune ad entrambi il luogo nel quale si consumano i fatti ad opera di tifosi ultras del Bari e del Messina: l’area degli imbarchi della società Caronte & Tourist.
Più precisamente, sono le 23:30 circa del 21 ottobre quando all’interno della Rada San Francesco si verificano scontri tra un piccolo gruppo di tifosi del Messina, provenienti da una trasferta a Torre del Greco, appena sbarcati, ed ultras baresi travisati e armati di mazze ed altri oggetti atti ad offendere, reduci da una trasferta a Marsala e in sosta in attesa di imbarcarsi. Brevi minuti di “guerriglia urbana”, subito sedati solo grazie al pronto intervento del personale di polizia presente sul luogo.
L’attività di identificazione, svolta immediatamente del personale della DIGOS di Messina, in stretta collaborazione con i colleghi della DIGOS di Bari, e con il supporto della Polizia Scientifica di Messina, grazie anche alle videoriprese delle telecamere di sorveglianza porta all’individuazione di ben 13 persone di cui 10 baresi e 3 messinesi, nei confronti dei quali il Questore di Messina, Mario Finocchiaro, emette altrettanti provvedimenti DASPO con durata diversificata, comunque non inferiore a 5 anni e con obbligo di comparizione.
Lo scenario non cambia quando il 4 novembre scorso, sempre tifosi del Bari, provenienti da una trasferta ad Acireale, in attesa di imbarcarsi alla volta di Villa San Giovanni, scesi dai mezzi, si avvicinano con fare minaccioso alle auto di utenti incolonnati in sosta, forse alla ricerca di antagonisti; i poliziotti ivi presenti nell’ambito dei servizi predisposti dalla Questura, intervengono per evitare che la situazione degeneri, riuscendo a ristabilire l’ordine, nonostante le reazioni violente dei facinorosi, provvisti di corpi contundenti, fumogeni, artifizi pirotecnici e bombe carta.
Anche in questo caso gli investigatori iniziano repentinamente l’attività volta a risalire all’identificazione dei responsabili, individuando 5 ultras pugliesi, nei cui confronti il Questore di Messina emette altrettanti provvedimenti di DASPO sempre della durata non inferiore a 5 anni con obbligo di comparizione.

Notizie correlate Messina
Altre notizie
12 Novembre 2019 - Il questore di Avellino, Luigi Botte, ha firmato cinque provvedimenti di divieto di accedere alle manifestazioni sportive (Daspo), che...
12 Novembre 2019 - Gli ultras 1924 comunicano a malincuore la sospensione del gruppo fino a data da destinarsi, a seguito delle numerose diffide ricevute a...
12 Novembre 2019 - Fu un violento scontro, in un luogo pubblico, l’incontro ravvicinato fra supporter e le conseguenze sono state, inevitabilmente,...
30 Ottobre 2019 - La digos ha identificato e denunciato 17 ultrà della Sampdoria che lo scorso 20 ottobre a Brignole hanno lanciato fumogeni contro i...
30 Ottobre 2019 - Un tifoso piacentino è stato colpito da un Daspo di due anni per «aver acceso durante la partita Piacenza-Vicenza del 13...
30 Ottobre 2019 - Striscione di protesta dei tifosi dell'Angri contro il presidente Tortora. Nel mirino dei supporter sono finiti i cambiamenti, che da...
30 Ottobre 2019 - Quattro Daspo sono stati adottati dal Questore di Napoli nei confronti dei responsabili di scavalcamenti di settore allo Stadio San Paolo...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Piacenza-bologna
gli ultras salutano i ragazzi dopo la bella vittoria contro gli odiati bolognesi
Inno italiano. Finale dei mondiali a Berlino.
Tifosi cantano inno italiano alla porta di Brandeburgo a Berlino per la finale dei mondiali 2006. Italia vs. Francia. Italians sing for the final match of...
ultras inter
inter v doria video created by member, ultrasinter (Inter)
Pisa in Como 2004/05
Ultras Pisa in Como
perugia-ancona
esultanza gol mazzeo

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa