[ Notizie ]
Spartak Mosca punito per striscione razzista
23 Aprile 2015 - letto 487 volte

Una multa di 3.700 dollari e il divieto per i tifosi di assistere a due partite in trasferta. E' la sanzione inflitta dalla Federcalcio russa allo Spartak Mosca per "uno striscione dal contenuto discriminatorio con un simbolo razzista" - una croce celtica - esibito dai suoi ultrà il 9 aprile, nella partita contro l'Arsenal Tula. Il ricorso del club moscovita è stato respinto ieri.

Fonte: ansa.it
Notizie correlate Spartak Mosca
Altre notizie
20 Novembre 2017 - Nel corso del primo tempo gli oltre 70 tifosi olbiesi accorsi a Livorno per sostenere la squadra hanno esposto due striscioni in segno di...
20 Novembre 2017 - Calcio e ultrà, una domenica di tensione. Un gruppo di ultrà del Mantova ha assaltato ieri pomeriggio il bar club dei...
20 Novembre 2017 - Momenti di tensione per Spal-Fiorentina. A poco più di un’ora dal fischio di inizio della partita, alle 13.30 circa, si...
20 Novembre 2017 - Poco prima dell'inizio della partita Inter-Atalanta, che si è svolta ieri sera a San Siro, la questura di Milano ha arrestato un...
20 Novembre 2017 - Durante la 17° giornata di campionato i tifosi dello Spartak si sono mostrati vicini al Rostov. Nel corso della sfida contro il...
17 Novembre 2017 - Dopo le segnalazioni dell'Osservatorio, le autorità stanno per imporre il divieto di trasferta ai supporters rossoneri che, in...
17 Novembre 2017 - Per insultare la polizia avevano escogitato un codice cifrato per ottenere il riferimento ad Acab, il celebre acronimo inglese (all cops are...
   
Videotifo
video ultras samp milan
settore ospiti 06/07 (Milan)
Ultras Granata a Marassi_Genoa
ultras torino fc a genova x trofeo spagnolo
curva sud ultras vicenza
curva sud ultras vicenza

Calciomercato a cura di Tuttomercatoweb.com
TIFO-Net informa
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.