[ Notizie ]
Spal in piazza, Curva Ovest: "Ecco perché non abbiamo partecipato"
17 Agosto 2018 - letto 3415 volte

In seguito a diverse inesattezze e fantasiose ricostruzioni dei fatti, Curva Ovest Ferrara tiene a precisare alcuni aspetti in merito a quanto accaduto in occasione della presentazione della squadra in piazza Castello. Ecco il suo messaggio in versione integrale.

Venerdì scorso abbiamo indicato un punto di ritrovo per chi volesse raggiungere il centro cittadino, all’insegna di bandiere, colori, aggregazione e più semplicemente voglia di condividere un momento che segna l’inizio della stagione della nostra amata Spal.

Una tradizione che ha accompagnato negli ultimi 6 anni ogni appuntamento pubblico dei biancazzurri, da quelle che sono state le presentazioni della squadra, sino ai festeggiamenti per le promozioni o, nell’ultima stagione, la celebrazione della salvezza. Appuntamenti sempre contraddistinti, ancor prima che da comportamenti impeccabili e votati al rispetto del nostro centro cittadino, dalla partecipazione di bambini, ragazzi, famiglie, semplici sportivi. Così anche in questa occasione.

Eppure, dopo pochi metri, siamo stati avvertiti dai responsabili delle forze dell’ordine che questa tradizione in realtà nient’altro è che un ‘corteo non autorizzato’, e quindi che proseguirlo avrebbe comportato una scelta a nostro ‘rischio e pericolo’ minacciando provvedimenti di Daspo per la prima fila che conduceva questo corteo spontaneo.

Arrivati in prossimità dei varchi d’accesso a piazza Castello, la seconda sorpresa della serata: a diversi ragazzi, alcuni anche accompagnati da figli e famiglia, non è stato consentito di accedere all’evento dagli stessi responsabili della sicurezza in quanto queste persone scontano il Daspo.

E su questo vogliamo dire la nostra:

1) il Daspo è l’unico provvedimento amministrativo che dispone delle limitazioni della libertà di una persona senza che sia intervenuto un giudice. Il procedimento penale è un procedimento che avviene a parte dopo molto tempo, spesso a diffida conclusa, e la stragrande maggioranza dei nostri diffidati viene assolta in tribunale ma dopo aver già scontato il Daspo e senza che ci sia possibilità di togliere la recidiva.

2) le persone a cui è stato impedito di entrare non sono criminali incalliti! La stragrande maggioranza è fuori dallo stadio per peccati molto più veniali di quanto si possa immaginare!

3) Ogni diffida è scritta in maniera diversa, su alcune si fa esplicitamente riferimento al divieto di accesso ai soli impianti sportivi. Con queste premesse crediamo che sia vergognoso impedire ai nostri ragazzi di accedere liberamente al centro storico della loro città, crediamo sia una forzatura accomunare un momento di festa cittadino a una manifestazione sportiva e crediamo sia illecito vietare a tutti i diffidati di partecipare senza nemmeno prendere in esame gli estremi del Daspo scritti, tra l’altro, dagli stessi che li hanno tenuti lontano dalla piazza.

Per questi motivi, per il fatto che non abbiamo voluto accettare una forma di ulteriore repressione verso alcune persone che troviamo inadeguata nella forma ed accompagnata da un principio illogico e totalmente lontano dal buon senso e dal contesto di una simile occasione, Curva Ovest ha deciso di lasciare piazza Castello e non partecipare alla presentazione della squadra.

È stata una scelta difficile e sofferta e ci è immensamente dispiaciuto non accogliere la nuova squadra come avrebbe meritato e come la nostra tifoseria sa fare, purtroppo il clima ostile e repressivo che volutamente ci è stato costruito attorno rendeva impossibile fare festa e tifare come sappiamo.

Il rammarico è aumentato quando attraverso le immagini abbiamo potuto ammirare la terza maglia che porta sulla sfondo l’immagine della nostra Curva.
Un bellissimo pensiero da parte della società, che apprezziamo e che dimostra, ancora una volta e a dispetto di quanti cerchino di reprimere con ogni mezzo la nostra passione e i nostri ideali, quanto Curva Ovest Ferrara rappresenti in maniera indiscutibile un motivo di vanto a livello nazionale e una parte fondamentale e sempre più viva dei successi raccolti dalla Spal nelle ultime, entusiasmanti, stagioni.

Più ci vorrete in silenzio, più sentirete la nostra voce. Avanti Curva Ovest.

Notizie correlate Spal
Altre notizie
16 Novembre 2018 - Uno striscione per chiedere giustizia per Serena Mollicone e Stefano Cucchi. Tre tifosi del Frosinone alla vigilia del match...
16 Novembre 2018 - La Prefettura di Salerno, in vista della partita Paganese-Cavese, ha disposto il divieto di vendita dei tagliandi per i residenti di Cava...
15 Novembre 2018 - Sono anche queste cose quelle che contribuiscono a uccidere il calcio. Probabilmente quanto successo all'Olimpico Grande Torino non era...
15 Novembre 2018 - Lo scorso 11 novembre, alle ore 14.30, presso lo stadio Angelo Massimino si è disputato l'incontro di calcio valido per il...
15 Novembre 2018 - "Seppelliamo le chiacchiere con l'urlo della Sud. Forza ragazzi, siamo con voi!". È lo striscione apparso oggi a...
15 Novembre 2018 - Dopo la conferma da parte del presidente Maurizio Setti del tecnico Fabio Grosso la tifoseria dell'Hellas Verona è scesa sul...
15 Novembre 2018 - Mentre il girone d’andata sta già per entrare nelle battute finali, ci sentiamo in dovere di fare una breve analisi della...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Juve - Verona 4-0 Butei HELLAS in trasferta 18.01.15
Ultras Veronesi in trasferta a Torino contro la Juventus Juventus vs Hellas Verona, 18/01/2015, serie A 2014/15
Ultras Pisa
http://www.EuropeanUltras.com
Milan - Liverpool finale Champions League 23 Maggio 2007
Delirio a Milano dopo la vittora della Champions League. Da via Torino fino al Duomo i tifosi in festa
I campioni dell'Italia siamo noi
Coro degli Ultras Juve a Trieste. Lo scudetto è su ignobili maglie, ma non c'è dubbio: i campioni dell'Italia siamo noi (Juventus)
Coreografia Torino mantova
Ore 20.30 Lezione di tifo.

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa