[ Notizie ]
Cosenza, pioggia di Daspo sulla Curva Bergamini: il comunicato degli ultrÓ
07 Febbraio 2019 - letto 815 volte

Sono 55 i Daspo emessi dalla Questura di Palermo nei confronti di altrettanti ultrà del Cosenza che abitualmente prendono posto in Curva Sud. I provvedimenti sono stati notificati ieri, a distanza di qualche mese dalla sfida disputata in Sicilia. A tal proposito, dopo una riunione effettuata in serata, la Curva Bergamini ha diramato un comunicato.

«Con le oltre cinquanta diffide notificate ieri – si legge nella nota – la Curva Sud Bergamini raggiunge il numero di 145 DASPO. Reagiremo come sempre con goliardia e determinazione all’ennesima ondata repressiva. Abbiamo imparato a resistere negli anni. Gli attestati di solidarietà provenienti da tutta Italia ci infondono fiducia e ora più che mai siamo determinati a lottare in nome della giustizia sociale. Oltre il novantesimo la diffida non arriva, oltre il novantesimo lo cantano gli ultrà».

Oltre agli attestati di stima provenienti da gran parte dello Stivale, non solo da tifoserie amiche o gemellate, è giunta anche la presa di posizione degli Anni Ottanta, il gruppo che prende posto la domenica sui gradini della Tribuna B. «Che l’ultrà sia il male da distruggere – scrivono –  il folk devil da estirpare, è oramai assodato da decine di anni. Che tutto ciò sia compiuto giocando sulle vite delle persone da parte di quelle istituzioni che, quelle stesse vite, dovrebbero difendere (sic!), è inammissibile. L’ultima ondata di diffide che ha colpito gli Ultrà Cosenza Curva Sud non è solo vergognosa, ma profondamente ingiusta, facendo di tutta l’erba un fascio, colpendo indiscriminatamente tutte le persone presenti, grazie all’oramai tristemente famoso DASPO di gruppo, per cui le improbabili colpe di pochi ricadono su tutti, capovolgendo completamente i dogmi della responsabilità penale, che in questo vituperato paese è, per Costituzione, personale.
Continuando così non farete altro che svuotare completamente gli stadi, ma non solo degli ultrà, quelli che voi reputate feccia, ma anche della gente comune, quella maggioranza silenziosa che tra caroprezzi, militarizzazione forzata, orari ai limiti dell’indecenza, continua, imperterrita, a seguire questo sport per milionari che è diventato il calcio business. Ci uniamo alla protesta esprimendo la nostra solidarietà, al di là di settori e diverse visioni, la Cosenza Ultrà è viva e vegeta, nonostante tutto e tutti».

Notizie correlate Cosenza
Altre notizie
12 Febbraio 2019 - Gli Ultras 1898, dopo i Daspo comminati nel corso della gara di Palermo dello scorso 27 dicembre, comunicano ufficialmente la loro posizione...
12 Febbraio 2019 - Durante l’ultima partita di campionato del Parma, quella di sabato sera contro l’Inter al Tardini, sono stati fermati dei tifosi...
11 Febbraio 2019 - L’Udinese sprofonda in classifica, mail club bianconero invece di cercare di compattare l’ambiente sembra aver scelto la strada...
11 Febbraio 2019 - Un derby sospeso per un'invasione di campo dei tifosi locali. È accaduto sabato, tra la Real Sant'Egidio e l'Atletico San...
11 Febbraio 2019 - Un brutto episodio durante la sfida tra Southampton e Cardiff. Due tifosi della squadra di casa sono stati sorpresi a mimare il volo di un...
11 Febbraio 2019 - Gli animi hanno iniziato a riscaldarsi prima del fischio d'inizio della partita Teramo-Rimini quando, intorno alle 18 di sabato, le...
11 Febbraio 2019 - C’è aria di seria rottura tra la parte più accesa della tifoseria catanese e il Calcio Catania. I sostenitori...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Carlo Nervo Standing Ovation
La bandiera del Bologna, il mitico Carlo Nervo, gioca la sua ultima partita della carriera al Dall'Ara, Bologna-Crotone 2-1. Al termine dell'incontro passa a...
coreografia derby samp genoa
coreografia del derby sampdoria genoa
Football: Argentina
http://tinyurl.com/mputs9 A video of Argentinian football from Maradona and Passarella to Cambiasso and Riquelme. Muisc: Guns n Roses - Night Train

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa