[ Notizie ]
Cosenza, pioggia di Daspo sulla Curva Bergamini: il comunicato degli ultrà
07 Febbraio 2019 - letto 1015 volte

Sono 55 i Daspo emessi dalla Questura di Palermo nei confronti di altrettanti ultrà del Cosenza che abitualmente prendono posto in Curva Sud. I provvedimenti sono stati notificati ieri, a distanza di qualche mese dalla sfida disputata in Sicilia. A tal proposito, dopo una riunione effettuata in serata, la Curva Bergamini ha diramato un comunicato.

«Con le oltre cinquanta diffide notificate ieri – si legge nella nota – la Curva Sud Bergamini raggiunge il numero di 145 DASPO. Reagiremo come sempre con goliardia e determinazione all’ennesima ondata repressiva. Abbiamo imparato a resistere negli anni. Gli attestati di solidarietà provenienti da tutta Italia ci infondono fiducia e ora più che mai siamo determinati a lottare in nome della giustizia sociale. Oltre il novantesimo la diffida non arriva, oltre il novantesimo lo cantano gli ultrà».

Oltre agli attestati di stima provenienti da gran parte dello Stivale, non solo da tifoserie amiche o gemellate, è giunta anche la presa di posizione degli Anni Ottanta, il gruppo che prende posto la domenica sui gradini della Tribuna B. «Che l’ultrà sia il male da distruggere – scrivono –  il folk devil da estirpare, è oramai assodato da decine di anni. Che tutto ciò sia compiuto giocando sulle vite delle persone da parte di quelle istituzioni che, quelle stesse vite, dovrebbero difendere (sic!), è inammissibile. L’ultima ondata di diffide che ha colpito gli Ultrà Cosenza Curva Sud non è solo vergognosa, ma profondamente ingiusta, facendo di tutta l’erba un fascio, colpendo indiscriminatamente tutte le persone presenti, grazie all’oramai tristemente famoso DASPO di gruppo, per cui le improbabili colpe di pochi ricadono su tutti, capovolgendo completamente i dogmi della responsabilità penale, che in questo vituperato paese è, per Costituzione, personale.
Continuando così non farete altro che svuotare completamente gli stadi, ma non solo degli ultrà, quelli che voi reputate feccia, ma anche della gente comune, quella maggioranza silenziosa che tra caroprezzi, militarizzazione forzata, orari ai limiti dell’indecenza, continua, imperterrita, a seguire questo sport per milionari che è diventato il calcio business. Ci uniamo alla protesta esprimendo la nostra solidarietà, al di là di settori e diverse visioni, la Cosenza Ultrà è viva e vegeta, nonostante tutto e tutti».

Notizie correlate Cosenza
Altre notizie
19 Aprile 2019 - Si è chiusa la prima fase delle indagini relative ai tafferugli accaduti allo stadio di contrada Selvapiana durante il match...
19 Aprile 2019 - Non si fermano le manifestazioni delle tifoserie italiane contro la decisione di Legabasket, fatta poi propria dalla FIP e da...
19 Aprile 2019 - I gruppi organizzati della tifoseria del Genoa hanno emesso un comunicato in cui vengono espressi motivi e modalità della...
19 Aprile 2019 - Sono nove gli ultras della Cremonese ufficialmente indagati dalla procura di Lucca per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni...
19 Aprile 2019 - In occasione dell’incontro di calcio Rieti-Viterbese, svoltosi lo scorso 3 marzo presso lo Stadio Manlio Scopigno di Rieti, due tifosi...
19 Aprile 2019 - Sabato 18 maggio il Manchester City giocherà a Wembley la finale di FA Cup contro il Watford, e la società ha deciso di...
19 Aprile 2019 - Conto alla rovescia per una delle partite più sentite dell’anno, il derby di basket fra Cantù e Varese, che si gioca...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Catania-Atalanta curva nord 1a di campionato
RAGAZZI VI CONSIGLIO L'ALTA QUALITA'..:) catania atalanta 1a da campionato in casa in serie A... la curva dei bei tempi... LA RIVOGLIAMO...
Fiorentina-Juve, la storica sfida raccontata dai tifosi
I tifosi della Fiorentina raccontano la sfida del cuore
Raja vs Sfax
Raja vs Sfax match amical 1 - 1 du 17-01-2015

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa