[ Notizie ]
Basket, il tifoso scatenato si prende un "Daspo"
16 Giugno 2017 - letto 861 volte

Tutto ha avuto inizio nel settore «distinti x» dove un tifoso dell’Aquila usava in maniera insistente un fischietto con l’intento, pare, di disturbare il timeout chiamato dall’allenatore di Venezia. E provocando in questo modo le proteste dei tifosi lagunari che si trovavano a pochi passi di lui. Ma, soprattutto, scatenando la reazione di un altro tifoso arrivato da Venezia che si è calato dagli spalti per «invadere» il settore dei distinti. Ha creato qualche momento di tensione fra un pubblico non certamente avvezzo a scene del genere. Bloccato dalla polizia, ha anche cercato di divincolarsi scalciando ma alla fine è stato preso e allontanato dal palazzetto.

Tutto questo è successo mercoledì sera, quasi al termine della gara tre delle finale del campionato di seria A di basket. E ieri il questore Massimo D’Ambrosio ha firmato per il tifoso veneziano il Daspo. Ossia il divieto di accedere alle manifestazioni sportive. Un provvedimento immediatamente esecutivo e quindi l’uomo non potrà essere al palazzetto questa sera per gara 4. Per lui non è il primo Daspo visto che si era trovato già in passato protagonista di comportamenti simili e anche questo aspetto può aver pesato sulla scelta finale del questore. Ma torniamo a quello che è successo mercoledì sera.

La partita era nella fase finale, con Venezia che stava conquistando la vittoria. Walter De Raffaele, allenatore dei lagunari chiama il timeout, e un tifoso trentino inizia a usare in maniera insistente il fischietto. Reagiscono alcuni tifosi degli ospiti disturbati da quel suono fastidioso. Ma la reazione vera, fisica, arriva da sopra dagli spalti. Con l’uomo a torso nudo che si cala nel settore dei «distinti x» scatenando il panico fra alcuni giovani tifosi.

Una situazione a cui il palazzetto non è certamente abituato, ma l’intervento di polizia e carabinieri è immediato. Bloccano l’uomo fra un settore e l’altro e il tifoso, cercando di tornare da dove era venuto, togliendosi così dai guai, inizia anche a scalciare colpendo i poliziotti. Una reazione inutile visto che alla fine è stato comunque bloccato, portato fuori e identificato. Per lui le partite per lo scudetto di A di basket sono finite in quel momento.

Notizie correlate L'Aquila
Altre notizie
27 Giugno 2017 - Gli ultras dell'Aquila Calcio dei Red Blue Eagles 1978 nei giorni scorsi hanno consegnato al reparto di pediatria e al pronto soccorso...
27 Giugno 2017 - Tifosi operai che costruiscono lo stadio della loro squadra del cuore. Ultras che smettono i panni dei facinorosi e si adoperano per...
26 Giugno 2017 - Il presidente della Cavese Domenico Campitiello ha deciso di sfilarsi dalla guida del club e lasciarlo nelle mani degli ultras i quali...
26 Giugno 2017 - Riportiamo integralmente di seguito il nuovo comunicato diffuso e firmato dagli ultras del Genoa CFC 1893. Un comunicato che racconta della...
23 Giugno 2017 - La Lega Serie A ha reso nota la classifica con i provvedimenti disciplinari adottati nella stagione sportiva 2016-2017 riguardanti il Trofeo...
21 Giugno 2017 - “Ce l'hanno fatta anche con te...Corvino vattene!!! Gracias BV20”, recita così uno striscione da poco appeso alle...
21 Giugno 2017 - La “Curva Nord 12“, attraverso un post pubblicato sulla pagina “Facebook” ufficiale, ha invitato tutti i tifosi...
   
Videotifo
Festa Real Madrid a Plaza Cibeles
Festa Real Madrid a Plaza Cibeles
DALE CAVESE .....
CURVA SUD CATELLO MARI
HELLAS VERONA - CHIEVO, DERBY 2001 MALESANI
Il primo storico derby scaligero in Serie A, grande vittoria dell'Hellas e storica esultanza di Alberto Malesani sotto la Curva Sud del Bentegodi.
ULTRAS GROTTAGLIE  AL DEGLI ULIVI
BARLETTA GROTTAGLIE IN CAMPO NEUTRO...ANDRIA http://ultrasgrottaglie.freeforumzone.leonardo.it
Fiorentina-Juventus (Serie A 2014-2015)
Coreografia e inno ad inizio partita

TIFO-Net informa
Ascolta Baldini a 90
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.