[ Notizie ]
Akragas senza stadio, cresce la rabbia tra i tifosi
27 Settembre 2017 - letto 702 volte

L'Akragas ha perso il suo Tempio. Cresce la rabbia tra i tifosi dell’Akragas dopo che, come ormai si temeva, è stato ufficializzato che il derby tra Akragas e Siracusa si giocherà sabato alle 16,30 al De Simone del capoluogo aretuseo.

L’Akragas, che sulla carta gioca in casa, ha anche diffuso le tariffe per acquistare i tagliandi, con i tifosi agrigentini che saranno messi nel settore ospiti. Un paradosso che naturalmente sta facendo molto discutere in città.

La Lega infatti non ha concesso per il terzo anno una deroga per l’utilizzo dello stadio Essenrto che, come è noto, non è dotato di un impianto di illuminazione.

Una vicenda intricatissima dove, soprattutto, è emersa la mancanza di programmazione della società agrigentina che, fino allo scorso anno, ironia della sorte, aveva come main sponsor l’Enel.

Eppure per ottenere anche la gestione dello stadio Esseneto dal Comune, attraverso una convenzione, l’Akragas calcio aveva anche dichiarato l’inizio dei lavori per la realizzazione delle quattro torri faro. Delle quali però non vi è alcuna traccia. Il progetto resta così chiuso nei cassetti del club.

L’azionista di maggioranza ha confermato la sua intenzione di mollare tutto. Ha diffuso una nota dal titolo “lettera d’addio” perché ha dato al presidente e suo socio Silvio Alessi la delega a vendere le sue quote (il 54%). Una intenzione che lui, in tre anni di permanenza ad Agrigento, ha già dichiarato urbi et orbi almeno quattro volte, la prima delle quali dopo appena sei mesi dal suo ingresso in società. Il fatto è però che dei diversi possibili acquirenti nessuno sembra avere chiaramente accelerato sull’acquisto. E ora senza stadio disponibile sarà ancora più difficile trovare compratori. Però nell’ultimo caso ci sarebbe addirittura una lettera di intenti con una offerta ufficiale.

Per giovedì è in programma una sorta di flash mob davanti lo stadio Esseneto con i tifosi che dovrebbero presentarsi ciascuno con una pila elettrica per protesta.

Notizie correlate Akragas
Altre notizie
19 Giugno 2018 - Il questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, ha emesso 4 provvedimenti di Daspo, per la durata di un anno ciascuno, nei confronti di...
19 Giugno 2018 - La tifoseria della Maceratese ha inviato il seguente comunicato: “A seguito delle ultime notizie riguardanti la rinascita della...
14 Giugno 2018 - Undici provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (i cosiddetti 'Daspo') sono stati emessi dalla questura di...
14 Giugno 2018 - A noi di questa partita non ce ne dovrebbe importare un cazzo, ma per merito di qualche genio della Lega che ha deciso di assegnare la...
14 Giugno 2018 - Davanti a quel bar nella piazza di Terrasini sono volati tavolini e sedie, tra ultras rosanero e veneti che si stavano affrontando a pugni e...
14 Giugno 2018 - La polizia di Inghilterra e Galles ha ritirato il passaporto a 1.254 tifosi violenti e li tratterranno fino alla fine dei Mondiali di...
14 Giugno 2018 - Dieci Daspo (il divieto di assistere a manifestazioni sportive) sono stati emessi al Questore di Potenza nei confronti di altrettanti tifosi...
   
Videotifo
13 anni....
Coro stadio
Tifosi Inter fuori dal Bentegodi
Prima partita di campionato a porte chiuse. Tifosi dell'Inter in trasferta a Chievo
Promozione del Lecce in Serie A: Giallorossi in festa allo stadio Via del Mare
http://www.leccechannel.it Notizie e Video dei tifosi del Lecce. Vi mostriamo l'esultanza dopo il fischio finale per la promozione del ECCE in serie A...
.: CoMo No Te VoY a QuErEr   VS   vamos amierdica :.
Perdimos en la Cancha pero goleamos en la Tribuna. Cuando la Minimental cantaba su único grito, el 'Vamos america', la Rebel entonó el glorioso '¿Cómo no...
Rimini-Modena 2006/2007
Tifosi Modena durante la partita Rimini-Modena

Calciomercato a cura di Tuttomercatoweb.com
TIFO-Net informa
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.