[ Notizie ]
Sette Daspo nel reggino, anche al presidente della Rosarnese
19 Febbraio 2015 - letto 1136 volte

Il Questore di Reggio Calabria ha emesso sette provvedimenti di Daspo, nell'ambito dell'attività della Polizia di Stato a contrasto e repressione dei reati commessi in occasione delle manifestazioni sportive svoltesi nella provincia.

Il 7 febbraio scorso è stato emesso un divieto di accedere alle manifestazioni sportive per cinque anni nei confronti del Presidente della società di calcio Nuova Rosarnese di Gioia Tauro, che milita nel campionato di Prima Categoria. Allo stesso numero uno è stato anche applicato l'obbligo di presentazione presso gli uffici di Polizia per la durata di tre anni. Secondo gli inquirenti il presidente sella squadra reggina, durante l'intervallo dell'incontro di calcio del 25 gennaio contro il San Ferdinando, avrebbe minacciato l'arbitro per ottenere la vittoria della propria formazione ed avrebbe anche aggredito il collega presidente del San Ferdinando.

Il 10 febbraio, un altro provvedimento Daspo per due anni è stato emesso nei confronti di un 19enne locrese che durante l'incontro di calcio del 2 febbraio scorso, Locri-Serrese si sarebbe reso responsabile del lancio di fumogeni contro i giocatori della squadra avversarie e contro i Carabinieri in servizio allo stadio, nonché di oltraggio al personale della polizia. A lui è stato prescritto, inoltre, l'obbligo di presentazione presso gli uffici di polizia per due anni.

Altri cinque Daspo, infine, sono stati emessi il 14 di febbraio (per la durata di un anno e sei mesi) nei confronti dei tifosi della squadra di calcio del Locri. I cinque, alla cui individuazione si è giunti anche attraverso la registrazione dei filmati da parte del personale della Scientifica, sarebbero i responsabili del possesso, dell'accensione e del lancio di artifici pirotecnici e materiale pericoloso durante due incontri di calcio del campionato di Promozione disputati il 2 e il 22 novembre 2014, rispettivamente contro il Marina di Gioiosa Jonica e la Bagnarese. Anche per loro l'obbligo di presentazione presso gli uffici di polizia ed il cui procedimento di convalida da parte dell'Autorità Giudiziaria è tutt'ora in corso.

Fonte: cn24tv.it
Altre notizie
19 Aprile 2019 - Si è chiusa la prima fase delle indagini relative ai tafferugli accaduti allo stadio di contrada Selvapiana durante il match...
19 Aprile 2019 - Non si fermano le manifestazioni delle tifoserie italiane contro la decisione di Legabasket, fatta poi propria dalla FIP e da...
19 Aprile 2019 - I gruppi organizzati della tifoseria del Genoa hanno emesso un comunicato in cui vengono espressi motivi e modalità della...
19 Aprile 2019 - Sono nove gli ultras della Cremonese ufficialmente indagati dalla procura di Lucca per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni...
19 Aprile 2019 - In occasione dell’incontro di calcio Rieti-Viterbese, svoltosi lo scorso 3 marzo presso lo Stadio Manlio Scopigno di Rieti, due tifosi...
19 Aprile 2019 - Sabato 18 maggio il Manchester City giocherà a Wembley la finale di FA Cup contro il Watford, e la società ha deciso di...
19 Aprile 2019 - Conto alla rovescia per una delle partite più sentite dell’anno, il derby di basket fra Cantù e Varese, che si gioca...
Stai ascoltando
Onair
   
Videotifo
Coro Boia chi molla, ultras lazio a livorno.UltrasMad
Settore ospiti Armando Picchi, Ultras Lazio coro Boia chi molla. Livorno - Lazio. www.UltrasMad.com
Rientro dopo lucchese pisa ultras dal foro a san giuliano
rientro da Lucca , dal foro a san giuliano terme in motorino

Calciomercato a cura di
TIFO-Net informa